BABY BOSS 2 – AFFARI DI FAMIGLIA
di Tom McGrath
Proiezione presso la terrazza inferiore del Nido dell'Aquila - Via P.Rolli, Todi -
LO SPASSOSO VIAGGIO A ROTTA DI COLLO ATTRAVERSO L'IMMAGINAZIONE DI UN ADULTO MAI CRESCIUTO
PROGRAMMAZIONE TERMINATA
Proiezione presso la terrazza inferiore del Nido dell'Aquila - Via P.Rolli, Todi -

Tim Templeton è diventato grande “troppo in fretta”, si è sposato con Carol, che in famiglia “porta a casa il pane”, e ha due figlie, Tabata e Tina, ma ha perso i contatti con il fratello minore Ted, diventato un pezzo grosso nel mondo del business. Come da bambino, Tim ha un’immaginazione molto accesa che gli fa vedere la realtà in un’ottica tutta particolare: e questo aiuta a rendere la quotidianità più interessante e avventurosa, ma spesso distorce i fatti e le persone in funzione delle sue paure e del suo senso di inferiorità. Tim vorrebbe diventare un adulto a tutti gli effetti e prendersi cura delle figlie, in particolare di Tabata che sembra imbarazzata dalla sua presenza, e recuperare l’intimità perduta con il fratello minore, e troverà un’insolita alleata nella piccola Tina.

Dopo il successo di Baby Boss la Dreamworks si lancia nel sequel riproducendo alcuni degli elementi chiave del film precedente: in primis l’immaginazione galoppante di Tim, che consente un’animazione pirotecnica, e il ruolo del “narratore inaffidabile” che ci fa vedere tutto secondo l’ottica soggettiva del protagonista.

Viene dal primo film anche la gag del neonato parlante dagli atteggiamenti dittatoriali, che in Baby Boss era Ted e ora è Tina.

Questa linea richiama il mix di tenerezza e impaccio ben raccontato da Pete Docter in Inside Out, che era basato sulla sua relazione reale con la figlia alle prese con l’adolescenza. Tom McGrath, regista e sceneggiatore di Baby Boss 2 (nonché della saga diMadagascar, spinoff compresi) racconta bene le insicurezze di una bimba che “vuole diventare un’adulta di successo come suo zio Ted”, e i goffi tentativi di suo padre per aiutarla, con la paura che “di lui non abbia più bisogno”.

La storia permette a Tim e a suo fratello Ted di tornare indietro nel tempo e riscoprire il loro legame fraterno, ma quel ritorno al passato è ancora più funzionale al recupero del rapporto fra Tim e sua figlia, fino ad una commovente scena che ricorderà (in chiave però positiva) il finale dello straziante arco narrativo di Bing Bong in Inside Out.

Regia
Tom McGrath
Cast
Amy Sedaris, James Marsden, Jeff Goldblum, Alec Baldwin, Lisa Kudrow, Eva Longoria
Genere
Animazione
Durata
108 - colore
Produzione
USA (2021)
Distribuzione
Universal Pictures